Noi della LegnoMAX, abbiamo voluto andare oltre la tradizionale casa in legno, che è incentrata sostanzialmente su una “struttura leggera intelaiata”, e proponiamo sul mercato un sistema innovativo, più adatto all’edilizia residenziale moderna, che si basa su una “struttura scatolare” realizzata completamente in “legno massiccio”, senza l’uso di collanti o di chiodi, in modo tale da rispettare anche i dettami più restrittivi della bioedilizia.x-lam-pannello_4_1[1]

Con tale sistema di pareti, solai e coperture in legno massiccio, riteniamo di avere superato gli svantaggi che presentano le tradizionali costruzioni in legno a struttura intelaiata, mantenendo inalterati invece gli innumerevoli benefici dell’utilizzo del legno.
Il legno lamellare a strati incrociati XLAM (abbreviazione di CROSS-LAM) viene realizzato sovrapponendo ed incollando in maniera incrociata diversi strati di assi di abete rosso.

L’incollaggio avviene mediante colla PUR. Priva di solventi e formaldeide, è testata secondo la norma DIN 68141 e i severi criteri stabiliti dall’istituto MPA di Stoccarda, nonchè certificata per la fabbricazione di componenti portanti in legno e strutture speciali in base alle norme DIN 1052 ed EN 301. L’incollaggio incrociato sotto forte pressione permette di ridurre al minimo i fenomeni di rigonfiamento e ritiro del legno. I pannelli in legno massiccio XLAM trovano impiego come elementi per pareti, solai e tetti di grande formato. Offrono possibilità di distribuzione del carico del tutto nuove. Il carico, infatti, non viene sostenuto lungo un unico asse, come nel caso di travi e montanti, bensì può essere distribuito in tutte le direzioni.

A seconda dell’impiego e dei requisiti statici sono disponibili pannelli a 3,5,7 o più strati. Per la realizzazione degli elementi in legno massiccio XLAM si impiega esclusivamente legname essiccato tecnicamente con un’umidità del 12% (+/- 2%).Viene così escluso il pericolo di attacco da parte di parassiti, funghi o insetti.